sabato 13 agosto 2011

Galatone in pentola





Appena tornato in albergo mi dedico a voi cari lettori per una breve recensione di questa sagra. Siamo a Galatone (che si pronuncia Galatone) dove c'è la sagra "Galatone in pentola". Appena arrivato mi accorgo che c'è un pò di fila, ma non c'è sagra che si rispetti senza fila (a parte qualche lodevole eccezione). Nulla di straordinario comunque, dopo nemmeno 10 minuti di fila ho già nel taschino della camicia i biglietti per il primo, secondo, vino e dolce. Il primo, come vedete nella foto, era un piatto di pasta fatta in casa (fusilli ed orecchiette) al sugo con tanta buona ricotta salata sopra. Il secondo, in idioma locale, si chiamava "sarsiccia cu lli pipirussi allu furnu", ed in pratica si trattava di salsiccia con peperoni cotti entrambi al forno. Da bere ho preso un mezzo litro di vino rosso salentino pesantissimo, che non ho finito ed ho riposto nel frigobar. Per dolce pasticciotto & fruttone, il primo al cioccolato ed il secondo alla crema (non ho capito dov'era la frutta, francamente). Tutto questo per 12.50 euro, per digerire ho preso uno jagermeister al bar (non perchè mi piacesse, ma era l'unico amaro freddo che 'era). Nota dolente della sagra, che potete vedere anche in foto : per sedersi bisognava pagare un euro. Ed allora ho mangiato in piedi, che così il cibo scende anche prima.

Nessun commento:

Posta un commento